News
News dal mondo dell'arte
08/06/2011
Firenze, nuovo monitoraggio per "Il Ratto delle Sabine"

Firenze. Parte domani il nuovo monitoraggio biennale del «Ratto delle Sabine», la celeberrima opera di Giambologna (1529-1608) nella Loggia dei Lanzi in piazza della Signoria a Firenze. Sotto controllo, fino all'8 luglio, sarà il comportamento di alcune sostanze protettive naturali applicate in anni recenti sulle superfici lapidee del monumento eretto nel 1583. Gli esperti intendono controllare, in particolare, se questi «protettivi» stanno bloccando gli effetti degli agenti atmosferici sulla statua, in particolare salvaguardando i colori originali del marmo.            
La nuova campagna si collega a quella quinquennale effettuata dal 2003 al 2009 e ha come obiettivo, ha spiegato la soprintendente al Polo museale fiorentino, Cristina Acidini, «un approfondimento e un allargamento delle conoscenze, tali da fornire il più ampio supporto scientifico alla decisione sulle modalità di futura conservazione di questo capolavoro».